India da sogno

A partire da2.260 €a persona

Dal 8 febbraio al 20 febbraio 2019
Overview
Programma del viaggio
3 Motivi per partire
Informazioni Utili
Overview

India da sogno

Viaggi Di GruppoArte e CulturaCapitaliNatale e CapodannoNaturaAsia
Un viaggio di gruppo alla scoperta dell'India tra Rajasthan, Delhi e Agra. Un itinerario che regalerà grandi emozioni tra uomini dagli imponenti turbanti e donne dalle sari coloratissime. Prenotazioni entro l'8 Novembre 2018.

Durata: 13 giorni

Prezzo: 2.260 €

Partenza: 08/02/2019

Ritorno: 20/02/2019

Formula:

Il Viaggio Comprende

  • quota di partecipazione con minimo 15 partecipanti
  • voli intercontinentali di linea Roma / Delhi e Delhi / Roma con compagnia aerea Air India e franchigia bagaglio 23kg;
  • guida nazionale esperta parlante italiano a seguito del gruppo per tutto il viaggio; guide locali;
  • capogruppo esperto in partenza dalla sede;
  • viaggio in bus riservato per l'intero itinerario previsto in programma, escursioni comprese;
  • tutti pernottamenti in hotel **** in camere base doppia con servizi privati dotate di ogni comfort;
  • tutti i pasti indicati in programma (mezza pensione con colazioni e cene come indicato);
  • tutte le escursioni indicate in programma (comprese la gita in barca sul lago Pichola, il “camel safari” a Jaisalmer”, la salita al Forte di Amber a dorso di elefante);
  • tutte le visite indicate in programma;
  • tutti gli ingressi ai luoghi di visita previsti in programma;
  • tasse locali;
  • assicurazione spese mediche €10.000,00 e bagaglio €500,00;
  • assicurazione annullamento;
  • tasse e percentuali di servizio.
  • La quota non comprende:
  • tasse aeroportuali
  • pasti non indicati, bevande
  • visto
  • viaggio a/r per Roma Fiumicino
  • mance e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Caricamento Galleria...

Programma del viaggio

Programma del viaggio

venerdi 8 febbraio

Sede – Aeroporto di Roma Fiumicino – viaggio Ritrovo dei partecipanti nel primo pomeriggio nel luogo prestabilito e trasferimento (da organizzare in base al numero dei partecipanti) all’aeroporto di Roma Fiumicino. Disbrigo delle formalità doganali e imbarco sul volo di linea diretto in partenza per Delhi. Cena e pernottamento a bordo.

sabato 9 febbraio

Delhi - Mandawa Arrivo all'aeroporto di Delhi al mattino presto. Dopo le operazioni di immigrazione e dogana, incontro con la guida locale e trasferimento a Old Delhi, la parte storica della capitale dell'India. Visita della Jama Masjid, la moschea più grande del Paese, edificio di epoca Moghul di grande fascino, costruita in mezzo a un dedalo di vicoli dove ferve ancora oggi una intensa vita commerciale e sociale: la zona di Chandni Chowk, che si attraverserà con i caratteristici rickshaws chiamati “tuk-tuk”, mostra la folla e l'animazione rumorosa e colorata dei mercati indiani con merci di ogni tipo. Sosta al Red Fort, simbolo del potere e dell'eleganza del re Shah Jehan, costruito in pietra calcarea rossa e considerato all'epoca il palazzo più opulento dell'impero Moghul. Quindi partenza per la regione di Shekhawati, nota per la presenza di numerose “haveli”, case decorate e fatte costruire dai ricchi mercanti dell'etnia Marwari tra il XVIII e il XX secolo, oggi tutelate come patrimonio nazionale. Cena e pernottamento in hotel a Mandawa.

domenica 10 febbraio

Mandawa - Bikaner Dopo la prima colazione in hotel, visita di alcune case di mercanti della città, le più famose e opulente, abbellite con affreschi colorati, dipinti, sculture, intarsi e intagli, una summa di motivi decorativi assolutamente stupefacenti. Quindi, dopo il pranzo libero, prosecuzione del viaggio per Bikaner, remota città la cui posizione incantevole ma isolata l'ha risparmiata dai massicci afflussi turistici, motivo per cui ha mantenuto inalterata l'atmosfera delle antiche città-oasi carovaniere. Bikaner ha trattenuto lo splendore medievale della città più popolosa della “terra dei cammelli”, le cui corse sono ancora oggi famose nel mondo (peraltro i cammelli sono ancora fondamentali per l'economia della zona e dunque si visiterà una fattoria caratteristica dove si allevano i cammelli per usi sportivi e agricoli e dove si commercializzano prodotti tipici come il gelato fatto con latte di cammella). Sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

lunedì 11 febbraio

Bikaner - Jaisalmer Dopo la prima colazione, visita di Bikaner, la cui città vecchia è ancora oggi racchiusa dentro mura lunghe 7 chilometri e con 5 porte di accesso: gli antichi palazzi di Bikaner colpiscono per lo straordinario livello raggiunto dall'arte della scultura su pietra e per la mirabile fusione tra architettura e decorazione. Visita del forte Junagarh, che si trova all'esterno delle mura della città e fu costruito tra il 1588 e il 1593 per volere del raja Raj Singh, un generale dell'esercito dell'imperatore moghul Akbar. Si visiterà anche un antico pozzo, costruzione di grande valore ambientale e culturale, oltre che architettonico: i pozzi di Bikaner sono un’importante fonte idrica e un’ulteriore attrazione della città, costruiti su alti basamenti e con snelli minareti a ciascun angolo che li rendono visibili anche a grande distanza. Nel pomeriggio prosecuzione del viaggio per Jaisalmer, attraversando il deserto di Thar lungo le vie carovaniere che percorrevano le merci preziose dall'Estremo Oriente al Mediterraneo. Alla prima vista Jaisalmer sembra un miraggio dorato in quanto la città appare stagliarsi sopra una rupe e circondata da mura e bastioni in arenaria di caldo colore giallo oro. All'arrivo visita dei cenotafi reali di Bada Bagh (che si potrebbe tradurre come “grande giardino”), immensa distesa di cupole e altane che al tramonto si accendono di tonalità dorate: il primo cenotafio fu commissionato da Maharawal Jait Singh all'inizio del XVI secolo e poi completato dal figlio dopo la sua morte; nelle vicinante sono stati poi realizzati tutti gli altri cenotafi in uno stile simile e omogeneo, fino al più recente che risale al 1947. Al termine della visita sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

martedì 12 febbraio

Jaisalmer Dopo la prima colazione in hotel, intera giornata dedicata alla visita della “città d'oro”, interamente scolpita nell'arenaria gialla, a tutt'oggi difesa da un giro di mura e bastioni e costruita sopra una piattaforma rocciosa che si eleva per un centinaio di metri sul deserto circostante: Jaisalmer appare anche da vicino come un miraggio per il dedalo di antichi vicoli, gli splendidi templi giainisti nello stile chiamato Dilwara (dai templi omonimi di Monte Abu), le suontuose haveli, le maestose fortificazioni, il lago. A Jaisalmer sembra di compiere un viaggio nel tempo: le anguste stradine all'interno delle mura intatte, che circondano uno sperone di roccia in mezzo al deserto, non consentono il transito dei mezzi motorizzati, per cui non ci sono il frastuono e le esalazioni come in altre città indiane e si “respira” l'atmosfera del deserto circostante e delle antiche carovane che percorrevano la Via della Seta. Nel pomeriggio escursione nel deserto di Thar con passeggiata sulle dune al tramonto a dorso di cammello. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

mercoledì 13 febbraio

Jaisalmer - Jodhpur Dopo la prima colazione, trasferimento a Jodhpur e, all'arrivo, visita della città, definita la “città blu” per il colore delle case del centro storico, dipinte di un blu intenso. Jodhpur è un ricco centro di commerci che conserva ancora le testimonianze della sua storia, da capitale del più grande regno rajput a importante centro coloniale britannico. Si visiterà l'imponente forte di Meherengarh, che svetta su un'alta rupe sotto cui si stende il centro della città con panorami emozionanti, una fortificazione considerata la più straordinaria e fastosa del Rajasthan e una delle più grandi dell'India: costruito su una rupe rocciosa di 125 metri, il forte ha mura alte 36 metri e spesse 21 metri a protezione di uno dei complessi palatini più belli e fastosi della Nazione. Quindi visita del cenotafio Jaswant Thada, realizzato in marmo bianco, simbolico e imponente. Al termine delle visite, sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

giovedì 14 febbraio

Ranakpur - Udaipur Dopo la prima colazione, partenza per Ranakpur, minuscolo paese in una piccola valle laterale sul fianco dei monti Aravalli, e visita del tempio jainista, uno dei più importanti complessi dell'India nello stile medioevale Dilwara, tutto in marmo bianco intagliato e intarsiato come un merletto, costituito da 29 sale sorrette da 1.444 colonne una diversa dall'altra e da un susseguirsi di cupole, torrette, colonne, sale di preghiera, “sancta sanctorum”, dove sono ospitate cerimonie e pellegrini. Quindi prosecuzione per Udaipur, chiamata la “città bianca” per il colore delle sue abitazioni, tutte bianche e abbellite da affreschi esterni colorati. Fondata nel 1568 dal maharaja Udai Singh in incantevole posizione su tre laghi circondati da colline verdeggianti e rimasta uno dei luoghi più ricchi di tesori del Rajasthan, Udaipur è la città più romantica di tutta l'India. All'arrivo in città, al tramonto, escursione in barca sul lago Pichola, estremamente romantica nel giorno di San Valentino; dalla barca si ammireranno il Palazzo reale estivo nell'acqua (che sembra una nave ormeggiata), i gradoni sulle rive dove ferve la vita quotidiana (ragazzi che si tuffano, donne che lavano i panni, uomini in conversazione, pellegrini con offerte cerimoniali), la vista sulla città e sul City palace, il palazzo reale in centro. In serata sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

venerdì 15 febbraio

Udaipur - Pushkar Dopo la prima colazione in hotel, visita del palazzo reale di Udaipur, residenza ancora oggi del maharaja e della sua famiglia, il più grande palazzo reale del Rajasthan, un insieme di edifici fatti costruire in diverse epoche da vari sovrani a partire dal XVI secolo; particolarmente sontuosi gli interni per decorazioni e arredi; indimenticabili le viste sulla città e sul lago che ha al centro il palazzo “estivo” del maharaja, oggi hotel. Prosecuzione della visita del centro città con il tempio Jagdish Mandir, sempre meta di pellegrinaggi e circondato da venditrici di fiori e asceti, e con il Sahelion ki Bari, raffinato e spettacolare giardino dove un tempo si rilassavano le donne della famiglia reale che vivevano nel palazzo reale. Al termine delle visite trasferimento a Pushkar e, all’arrivo, sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

sabato 16 febbraio

Pushkar – Ajmer - Jaipur Dopo la prima colazione, visita di Pushkar, luogo di pellegrinaggio induista da millenni, località tra le più antiche del Paese e interamente disposta attorno a un piccolo lago sacro, a volte (purtroppo sempre più spesso) in secca. Si crede che il lago sia il prodotto miracoloso di un fiore di loto caduto dalle mani di Brahma, il Dio Creatore, e che fu una goccia di nettare degli dei a rendere le sue acque ulteriormente sacre. Qui si svolge, in occasione di un pellegrinaggio religioso in autunno, uno dei più celebri, grandi e antichi mercati di bestiame del mondo. Dopo la visita del tempio dedicato a Brahma, trasferimento ad Ajmer per la visita del santuario dove è sepolto il più venerato monaco musulmano di tutta l'Asia, Garib Nawaz, conosciuto come Moinudin Christi, fondatore dell'ordine dei sufisti: pellegrini, devoti, vagabondi, ciarlatani, curiosi, mendicanti, fachiri, venditori, borsaioli, persone di ogni credo si affollano attorno alle strette strade che conducono al santuario, luogo di profondo misticismo. Ajmer, nota anche per il Mayo college (una delle prime scuole che costituì nel passato una pietra miliare per il sistema britannico di educazione), è una città sacra per induisti e musulmani e un centro di storia e di cultura. Al termine della visita trasferimento a Jaipur, capitale del Rajasthan, sistemazione in hotel per cena e pernottamento.

domenica 17 febbraio

Jaipur Dopo la prima colazione, mattinata dedicata all'escursione al Forte di Amber, palazzo-fortezza situato in posizione strategica su uno sperone roccioso al quale si arriva a dorso di elefante. Gli interni del Forte sono particolarmente sontuosi, decorati con pitture, vetri, avorio, marmi e specchi, e offrono viste superbe sui dintorni, a dimostrazione della potenza e della ricchezza di un regno che non è mai stato conquistato da nemici. Nel pomeriggio rientro a Jaipur e sosta per ammirare il palazzo dei Vènti, simbolo di Jaipur, la cui facciata piramidale è caratterizzata da un numero incredibile di finestre segrete da cui le cortigiane guardavano fuori senza essere viste, ammirando la vita sulla strada. Pomeriggio dedicato alla scoperta della “città rosa”, così chiamata dal colore rosato dell'arenaria impiegata per la costruzione degli edific; il centro sorge nel letto di un lago asciutto, circondata da colline in cima alle quali torreggiano fortezze dalle mura merlate. Si visiterà il City Palace, il palazzo reale o palazzo del maharaja (una parte del quale è tutt'oggi abitata dall'attuale famiglia del maharaja), una struttura oggi museale che espone una collezione splendida di tappeti, armi, miniature, abiti, gioielli e altro all'interno di una serie di palazzi di varie epoche costruiti da diversi maharaja ma tutti parimenti sontuosi e fiabeschi. Quindi visita dell'osservatorio astronomico Jantar Mantar che risale al Settecento e dimostra le grandi conoscenze dell'epoca e la fusione tra varie discipline, astronomia, numerologia, geologia, fisica, chimica e altre. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

lunedì 18 febbraio

Abhaneri – Fatehpur Sikri - Agra Dopo la prima colazione in hotel, partenza per Agra. Lungo il viaggio sosta per la visita dell'antico palazzo-pozzo di Abhaneri, stupefacente struttura di scale e corridoi, uno dei più grandi e dei più profondi dell'India, e della città di Fatehpur Sikri, sensazionale città fantasma fatta edificare dall'imperatore Akbar alla fine del XVI secolo e che rappresenta la summa delle tendenze architettoniche del tempo, cristallizzata miracolosamente fino ai giorni nostri: Akbar chiamò architetti, decoratori e artigiani da tutto il mondo per edificare una città che rappresentasse il suo ideale di sincretismo religioso e culturale. Nel tardo pomeriggio arrivo ad Agra (Stato di Uttar Pradesh) e sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

martedì 19 febbraio

Agra - Delhi Dopo la prima colazione in hotel, visita del Taj Mahal, il monumento più famoso dell'India e una delle meraviglie del mondo intero: fatto costruire dall'imperatore Shah Jehan nel 1631 in memoria dell'adorata moglie Mumtaz Mahal, fu completato vent'anni dopo e richiese l'impiego di oltre 20.000 operai. La vista del Taj Mahal resta per tutti una delle emozioni più grandi della vita intera: quello che rende unico il Taj Mahal sono le sue perfette proporzioni, la leggerezza e l'eleganza della struttura, i dettagli decorativi, il bilanciamento tra la costruzione, la sua decorazione e il giardino circostante che, nella visione islamica, simboleggia il Paradiso (si potrebbe addirittura sostenere che il Taj Mahal rappresenta il vertice della produzione artistica asiatica). Prosecuzione con il Forte Rosso, costruzione di vasta estensione iniziata dall'imperatore Akbar e poi ampliata dai successivi imperatori; gli interni sono particolarmente ben conservati, al punto che l'Unesco ha esteso anche al Forte Rosso la tutela prevista per il Taj Mahal. Nel pomeriggio, dopo il pranzo libero, trasferimento a Delhi e, all'arrivo, sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

mercoledì 20 febbraio

Delhi - rientro in sede Dopo la prima colazione in hotel, visita di New Delhi con i suoi ampi viali e gli edifici governativi, in particolare sosta all'India Gate e alla zona del Parlamento. In tarda mattinata trasferimento all'aeroporto Indira Gandhi e, dopo le operazioni di check-in, partenza con volo diretto per Roma. Arrivo nel tardo pomeriggio e prosecuzione per le sedi come stabilito in andata.

3 Motivi per Partire

3 Motivi per Partire

Informazioni Utili

Informazioni Utili

Prenota ora
il tuo viaggio!
Condividi